thumbnail Ciao,

L'ennesima prestazione vincente di Claudio Marchisio lo assurge a un ruolo di primissimo piano nella società bianconera, nell'ottica presente ma soprattutto in quella futura.

Ospite ai microfoni di ‘Teo in tempo reale’ su Radio Monte Carlo, l’ex-allenatore della Juventus e della Nazionale Marcello Lippi si è espresso nei riguardi di Claudio Marchisio, che sabato nel derby contro il Torino ha messo a segno la sua seconda doppietta in Serie A dopo quella dell’anno scorso ai danni del Milan.

Torinese e juventino fin da piccolo, il centrocampista bianconero può diventare la nuova bandiera della Vecchia Signora e prendere il testimone di Alessandro Del Piero. “Può sicuramente esserne l’erede all’interno dello spogliatoio” – ha detto il tecnico di Viareggio –".

"Certamente Del Piero sarà sempre insostituibile nel cuore degli juventini, ma Marchisio può senz’altro diventare molto importante per la società e per i tifosi”. E se l’incoronazione arriva dal commissario tecnico campione del mondo, si può star tranquilli.

E riguardo alla sua laconicità Marcello Lippi non ha potuto che elogiarla. “Un calciatore giovane che parla molto, è poco intelligente” ha detto, facendo capire quanto sia importante a livello comunicativo saper gestire le proprie emozioni con sobrietà e professionalità, come Claudio Marchisio ha dimostrato di saper fare.

Sullo stesso argomento