thumbnail Ciao,

Il giocatore, accompagnato dal suo agente, Soren Lerby, avrebbe comunicato all'Inter di aver ricevuto un'offerta da un altro club. Branca: "Incontro ok per noi".

E' stata una giornata importantissima quella che si è vissuta in casa Inter. Potrebbe infatti esser stata messa una parola fine a quello che è diventato lo spinoso caso Wesley Sneijder. Tutto dipenderà dall'esito del colloquio di due ore che il fantasista olandese ha avuto con i vertici nerazzurri nel centro di Milano, tra la sede del club nerazzurri e gli uffici del 'tesoriere' Rinaldo Ghelfi.

Nell'incontro cominciato alle 11 e terminato poco dopo le 13, il giocatore, accompagnato dal suo agente Soren Lerby, avrebbe comunicato all'Inter di aver ricevuto un'offerta da un altro club. La dirigenza nerazzurra ha insistito invece nel proporre una spalmatura del gravoso ingaggio, fino al 2016. Una soluzione che sarebbe stata respinta da Sneijder e procuratore.

A portare avanti la trattativa legata alla spalmatura del contratto che ha scadenza 2015, sono stati Rinaldo Ghelfi e l'uomo mercato del club meneghino, Marco Branca: assente Massimo Moratti.

Dopo aver abbandonato gli uffici di Ghelfi, Sneijder è parso piuttosto scuro in volto, quasi a lasciar presagire un finale amaro della sua storia con il club nerazzurro: "Qui sono sempre stato bene, oggi pomeriggio saprete qualcosa", le poche parole pronunciate dall'olandese e riportate da Sky. Un sorriso sibillino alla domanda sul Fenerbahce e poi via.

Di diverso tenore le dichiarazioni rilasciate da Marco Branca, più sereno nel resoconto dell'incontro: "Siamo soddisfatti, l'incontro è andato bene per l'Inter. Ci rivedremo comunque con Wesley. Comunicato? Non so...". Il mistero s'infittisce, ore, o forse giorni, prima dell'epilogo della vicenda.

Sullo stesso argomento