thumbnail Ciao,

Per lasciare veramente il segno, Cavani sogna l'obiettivo più grande: "Andiamo avanti per la nostra strada senza pensare agli altri. Puntiamo al massimo".

Diciassette reti in diciassette partite ufficiali. E' questo il mostruoso bottino di Edinson Cavani in questo inizio di stagione. Il bomber del Napoli viaggia alla media di un goal a partita e soprattutto non dà mai il minimo segno di appannamento.

Corre e gioca come pochi, non si ferma mai, eppure non perde mai la lucidità quando si tratta di metterla dentro. E' lui l'uomo in più a disposizione di Mazzarri, quell'elemento capaci di cambiare il corso della partita nel giro di un attimo e, i suoi numeri straordinari lo dimostrano alla grande.

Da quando è arrivato al Napoli, nell'estate del 2010, ha già segnato 83 goal in azzurro e si sta avvicinando a grandi passi a quello che è il record di reti realizzato dal mito partenopeo per eccellenza: Diego Armando Maradona.

L'ex fuoriclasse argentino si è fermato a quota 115, il Matador deve farne 32 per prenderlo ma, la sue media realizzativa ed il rinnovo che lo lega al Napoli per altri cinque anni, fanno pensare che il sorpasso ci sarà.

Cavani intanto, dal canto suo, dribbla ogni paragone così come ha sempre fatto negli ultimi mesi: "Io cerco di fare il massimo, voglio lasciare il segno in questa città e in questo club ma con il mio nome senza pensare a quello dei grandi del passato".

Per lasciare veramente il segno, Cavani sogna l'obiettivo più grande: "Andiamo avanti per la nostra strada senza pensare agli altri e ai loro risultati. A fine campionato vedremo dove sarà possibile arrivare, quello che è certo è che puntiamo ad un obiettivo importante, anzi al massimo".

Sullo stesso argomento