thumbnail Ciao,

Roberto Massucci, ha intanto stigmatizzato quanto accaduto: "E' un fatto grave, stiamo cercando di capire come sia stato possibile far entrare uno striscione del genere".

E' stata forse la più grande squadra che il calcio italiano abbia conosciuto, un'armata invincibile che è diventata leggenda e che si è meritata l'appellativo di 'Grande'. Durante il derby della Mole, il Grande Torino è stato ricordato nel peggior modo possibile.

Quella che doveva essere ed è stata una serata di grande sport, è stata macchiata dal più vergognoso degli striscioni. Nella curva bianconera infatti, ne è apparso uno lunghissimo che recitava su fondo nere "Noi di Torino orgoglio e vanto, voi solo uno schianto".

Il riferimento alla strage di Superga è ovviamente evidente e non è sfuggito nemmeno al Giudice Sportivo che oggi prenderà una decisione in merito. La sensazione è quella che si vada verso una pesante multa anche se non è affatto escluso che Tosel possa comunque scegliere di adottare la mano pesante.

Il portavoce dell'Osservatorio nazionale per le manifestazioni sportive, Roberto Massucci, ha intanto stigmatizzato quanto accaduto: "E' un fatto grave, stiamo cercando di capire come sia stato possibile far entrare uno striscione del genere. A volte vengono portati a pezzi, altre volte sono gli stadi e non esser gestiti adeguatamente prima di una partita. Ci sono accertamenti in corso, vogliamo capire chi ha esposto questo striscione. Fino ad oggi, tutti coloro che hanno commesso illegalità allo Juventus Stadium sono stati identificati".

Sullo stesso argomento