thumbnail Ciao,

L'azzurrino, però, non scarta l'ipotesi di rientrare tra le prime: "Altrimenti non giocherei a calcio". Sulla gara del Franchi: "Meglio nella ripresa. Grande intesa con Totti".

Ormai, alla Roma sono vaccinati. E' successo spesso, in questo campionato, che a successi convincenti siano seguite fragorose batoste. Per cui meglio andarci coi piedi di piombo, anche dopo un 3-1 in rimonta a Siena. Come fa Alessandro Florenzi.

"Non penso allo scudetto - dice il giovane centrocampista romano nel post partita del Franchi - però ci credo, altrimenti non giocherei a calcio. La vittoria di oggi è stata fondamentale in particolar modo perché ci consente di prolungare la nostra striscia positiva".

"Il primo tempo è stato sofferto - continua il giocatore dell'Under 21 azzurra - mentre nella ripresa siamo andati molto meglio e ne siamo contenti. Noi cerchiamo sempre di applicare sul campo quello che ci spiega Zeman in allenamento".

Un cioccolatino, Florenzi lo regala a Totti. Idolo, capitano e modello. "Accentrandosi, Francesco crea lo spazio per i miei inserimenti e per quelli di Balzaretti. Noi dobbiamo sfruttarlo per andare sul fondo o tagliare alle spalle delle difese avversarie".

Sullo stesso argomento