thumbnail Ciao,

Alessio si gode il successo nel derby: "La Juventus ha fatto una grande prestazione, ora pensiamo a Donetsk. Se mi mancherà la panchina? Non vedevo l'ora che tornasse Antonio..."

Il vice-Conte ha poi spiegato perché Chiellini non ha giocato da titolare: "Non era sereno e non aveva dato disponibilità a scendere in campo. Penso che mercoledì ci sarà".

Angelo Alessio si gode la vittoria nel derby, che per lui avrà un sapore speciale. Dalla prossima partita, infatti, sulla panchina della Juventus tornerà a sedere Antonio Conte, dopo aver scontato la squalifica.

"Se la panchina mi mancherà? No, - ha assicurato ai microfoni di 'Sky Sport' - non vedevo l'ora di lasciarla, che tornasse Antonio... Vista l'eccezionalità della situazione, in questi mesi ci siamo alternati io e Massimo (Carrera, ndr)". Poi il discorso si è spostato nello specifico sulla gara dello Juventus Stadium.

"La Juventus ha fatto una grande partita - ha affermato Alessio - ora pensiamo a Donetsk, dobbiamo concentrarci sulla Champions. Il Torino ha un sistema di gioco organizzato e nei primi 25 minuti ci ha creato delle difficoltà. Lo sapevamo e abbiamo reagito. Dopo, chiaramente, l'espulsione ha portato a un'altra partita, ma già prima avevamo creato dei problemi alla loro difesa con le due occasioni di Pogba e altre azioni dei nostri attaccanti. I granata sono comunque una squadra difficile da affrontare".

Alessio ha quindi spiegato perché Chiellini non è partito fra i titolari. "Giorgio non era sereno - ha rivelato - non aveva dato la sua disponibilità a giocare, per questo Antonio ha deciso di tenerlo fuori e di schierare la difesa a quattro. Questo sistema di gioco visto oggi è alternativo al 3-5-2. Se useremo la difesa a quattro con lo Shakhtar? Penso che Chiellini sarà pienamente a disposizione, poi sul modulo valuterà Antonio. La difesa a quattro comporta sempre qualche rischio in più, ma dietro i nostri sanno giocare bene anche uomo contro uomo".

Il vice-Conte ha anche commentato il rigore fallito da Andrea Pirlo. "Ha calciato molto alto, la palla gli si è alzata. Perché guardava il dischetto del rigore? Può darsi che in quel punto sia stato messa una zolla nuova".

Un giudizio anche sulla prestazione di Pogba. "Ha sbagliato qualcosa - ha osservato Alessio - ma la sua prova resta più che positiva. E' un ragazzo in cui crediamo molto".

Sullo stesso argomento