thumbnail Ciao,

Testa alla Sampdoria, ma Montella vuol parlare anche di Jovetic: "Ha avuto un risentimento, poca esperienza del dottore. La Fiorentina vuol dare continuità"

A quattro punti dalla vetta il tecnico viola non vuole sentire parlare di scudetto: "E' tutto un gioco mediatico". Si parla di Scommessopoli: "Non mi aspettavo un calcio così".

Nonostante il pari contro il Torino, la Fiorentina di Vincenzo Montella non ha perso contatto con la parte alta della classifica: si rimane al terzo posto, a meno quattro dalla vetta. Domani i viola affronteranno la Sampdoria in emergenza, ma per proseguire il gran campionato disputato fin ora si cercherà, in tutti i modi, di vincere al Franchi.

Il tecnico gigliato ha parlato in conferenza alla vigilia della sfida nella sua Genova, dove ha militato negli anni '90.' "Hanno avuto un avvio altalenante, era anche in testa ad inizio campionato. Nelle ultime partite si è ripresa e ha trovato dei giocatori su cui puntare. E' una squadra compatta che ha trovato fiducia".

"Sono stato tre anni, più uno a fine carriera, a Genova e per me è sempre speciale incontrare la Samp" ha continuato il tecnico ricordando il suo passato blucerchiato. "Ogni partita è quella più importante per noi: domani sarà difficile per come si difende e gioca l'avversario. Dobbiamo dare continuità al nostro cammino, vogliamo continuare''.

Stevan Jovetic ancora fuori: "Si sta allendando con grande partecipazione, per me è un atleta perfetto sia come disponibilità che come qualità. Abbiamo accelerato i tempi perché ci fosse contro il Milan, ma ha avuto un risentimento. Questo è stato minimizzato a causa forse della poca esperienza del dottore. Lo abbiamo sottovalutato, siamo stati ingenui".

Montella non vuole parlare di Scudetto: "A livello mediatico credo che sia un gioco, più si osannano le qualità di una squadra, più le difficoltà hanno una risonanza maggiore. Fa tutto parte del gioco".

Si parla anche di Scommessopoli: "Non l'ho seguito a fondo ma per me è un problema grandissimo. A me in 25 anni di calcio non mi ha mai contattato nessuno per taroccare una partita. Non mi aspettavo un calcio così...''.

Sullo stesso argomento