thumbnail Ciao,

Maran 'salva' Barrientos dalla gogna mediatica: "Non è giusto gettare la croce addosso ad un solo giocatore"

Il rosso rimediato da Barrientos quando il Catania era in vantaggio di un goal è stato l'episodio che ha dato la svolta alla gara col Milan. Maran, però, lo 'risparmia'...

E' un Rolando Maran amareggiato quello che ha visto il suo Catania dilapidare un goal di vantaggio contro il Milan con un secondo tempo da dimenticare.

"L'inferiorità numerica ha decisamente cambiato la partita - ha detto il tecnico riferendosi all'espulsione di Barrientos - Non stavamo rischiando nulla, poi abbiamo subìto un goal in fuorigioco ed i ragazzi se ne sono accorti immediatamente. In seguito, non ho avuto neanche il tempo di fare un cambio ed è arrivato il secondo goal e ci siamo ritrovati così sotto di un uomo e di un goal".

Il mister dei rossazzurri, però, non condanna Barrientos, già capro espiatorio per la tifoseria: "Al di là dell'episodio dell'espulsione stavamo facendo una buona gara e il discorso vale per tutti, Barrientos compreso, Non mi sembra giusto gettare la croce addosso ad un solo giocatore".

Chi ha fatto bene, invece, è stato Lucas Castro: "Sì, Castro ha fatto molto bene e sono d'accordo. Ha fatto bene sia sul piano della quantità che della qualità".

Inevitabile, però, il riferimento al goal di El Shaarawy, nato da un netto fuorigioco. E' l'ennesimo episodio che penalizza la squadra etnea e Maran lo sa bene: "A Catania siamo stanchi di parlare di queste cose. Per quanto mi riguarda mi piacerebbe entrare qui dentro e non fare questi discorsi. Gli episodi condizionano le partite".

Infine una battuta su Stephan El Shaarawy: "Si sta dimostrando un campione perché sta facendo un campionato di notevole levatura".

Sullo stesso argomento