thumbnail Ciao,

Il dirigente del club ducale chiama i suoi ad una grande prova: "Dobbiamo giocare al 110%". Dopo il successo sull'Inter, dice, non bisognerà abbassare la guardia.

Dopo aver regolato una 'certa' Inter, il Parma vuol mettere paura pure alla Lazio, avversaria dei ducali nel prossimo turno di campionato. Meglio, però, volare bassi. Se una squadra come quella emiliana perde la fame son dolori: è il pensiero di Pietro Leonardi, amministratore delegato del club gialloblù.

"Giocando a Roma il pronostico è in favore della Lazio, ma io mi auguro il contrario - ha spiegato a 'Radio Radio' - A parte l'appagamento per aver battuto l'Inter dovremmo avere l'orgoglio di fare risultato all'Olimpico contro la Lazio, perchè vale tantissimo per quello che è la nostra idea di attirare le attenzioni, anche se prima dobbiamo salvarci e poi fare le cose per stupire".

Per fare punti a Roma, secondo Leonardi, occorrono due condizioni: "Noi dobbiamo giocare al 110% e la Lazio al 70% perchè, essendo una squadra che sulla carta è stata allestita in maniera diversa da noi, può arrivare in ogni caso alla vittoria".

Del resto mister Donadoni è sempre stato chiaro sul tema: prima fare i punti necessari per la salvezza, e poi magari coltivare pensieri più ambiziosi.

Sullo stesso argomento