thumbnail Ciao,

Il patron biancoceleste invita a tenere i piedi per terra ma si toglie qualche sassolino: "C'era chi diceva che non abbiamo fatto mercato... Io voglio costruire".

La roboante vittoria sull'Udinese può autorizzare a volare con la fantasia, ma ci pensa Claudio Lotito a tenere tutti con i piedi per terra invitando la Lazio a vivere alla giornata. Il patron biancoceleste, al termine del match con i friulani, sceglie il basso profilo.

"Scudetto? Ma quale Scudetto, non cominciamo a mettere in giro voci. Noi dobbiamo lavorare come stiamo lavorando, alla fine faremo i conti - ha detto Lotito a 'Sky' - Pensiamo partita per partita, in questo campionato non esistono partite facili. La Lazio ha la mentalità del montanaro, vuole mantenere sempre lo stesso passo".

Ma il tris di stasera, è l'occasione giusta per togliersi qualche sassolino: "Ad inizio stagione si faceva molta dietrologia sulla Lazio e sulle nostre scelte, c'era chi diceva che non abbiamo fatto mercato - ha detto il patron - Io la pensavo diversamente e fino a questo momento sto avendo ragione: abbiamo comprato solamente i giocatori che ci servivano".

Il presidente dei capitolini, parla anche di mercato ed elogia Petkovic: "Matuzalem e Zarate al Genoa? Il mercato si apre a gennaio, è presto per parlarne. Abbiamo una rosa che ci permette di poter essere competitivi in più competizioni, se poi ci saranno giocatori che potrebbero essere ceduti vedremo. Il nostro allenatore cerca semplicemente di ottenere il meglio".

Sullo stesso argomento