thumbnail Ciao,

"Entrambe risentono degli impegni di coppa - dice l'ex presidente bianconero - ma sono le avversarie più temibili. La partita col Milan? I rossoneri hanno messo più grinta".

Tra le polemiche della serata di San Siro, su una cosa sono tutti d'accordo: la Juventus ha giocato malissimo contro il Milan, perdendo meritatamente il big match. E' d'accordo anche Giovanni Cobolli Gigli, il primo presidente bianconero post-Calciopoli.

"E' stata una sconfitta meritata - dice - perché il Milan ha giocato in maniera più aggressiva". Il primo posto, comunque, resta sempre di proprietà bianconera, grazie in particolare agli ultimi tonfi dell'Inter. "Anche gli altri commettono degli errori. La situazione resta uguale, e questo mi rincuora".

"Una settimana l'antagonista è l'Inter, quella successiva è il Napoli - continua Cobolli Gigli - Speriamo che la situazione continui in questo modo e che la Juve rimanga sempre in testa al campionato".

L'ex numero uno della società bianconera considera proprio i nerazzurri e i partenopei gli avversari più quotati dei campioni d'Italia. "Entrambe risentono degli impegni europei, ma credo che saranno effettivamente loro le due rivali più quotate della Juve".

Sullo stesso argomento