thumbnail Ciao,

Petkovic esalta il carattere della sua Lazio: "Dopo il rigore sbagliato non era facile, grande prestazione. Così possiamo arrivare in alto"

Il tecnico bosniaco si gode la reazione, dopo l'errore di Ledesma, che ha travolto l'Udinese: "Dobbiamo crescere come stasera, continuando così possiamo arrivare in alto".

Vladimir Petkovic si gode la reazione di carattere della sua Lazio, grazie alla quale i biancocelesti hanno travolto l'Udinese. L'errore dal dischetto di Ledesma, secondo il tecnico bosniaco, poteva condizionare la squadra e invece è stata la molla decisiva per vincere la partita.

"Stasera abbiamo fatto una grande prestazione, non era facile dopo aver sbagliato un rigore - ha affermato Petjovic nel post-gara ai micforoni di 'Sky' - Invece siamo riusciti a tenere sempre lo stesso ritmo e a constringere l'Udinese sempre nella propria metà campo".

Tre punti sugellati dal risultato, ma anche dal bel gioco espresso: "I sogni della Lazio devono essere quelli d fare progressi, come quelli di stasera, non subire goal e lasciare poco all'avversario. Se continuiamo in questo modo certo che possiamo arrivare in alto. Pensiamo intanto partita dopo partita, la prossima è il Parma. Premio fissato con Lotito? Non ne abbiamo mai parlato.", ha evidenziato l'allenatore dei biancocelesti.

Sui alcuni singoli, Petkovic ha detto: "Hernanes non è continuo? Penso invece che sia stato continuo, ha dato un grosso contributo e spero che lui come tutta la squadra possa progredire. Gonzalez fa di solito lavoro sporco, ma oggi è entrato spesso nei sedici metri".

Infine, una battuta sul mercato: "Facciamo un calcio molto studiato e che si basa su alcuni giocatori, ma mi piace poter contare anche su una rosa allargata. Vedremo cosa fare, dispiace che molti giocatori che meritano non possano giocare. Tenterò di dare possibilità a tutti, ma non sempre è possibile poter avere tutti contenti", ha concluso 'Petko'.

Sullo stesso argomento