thumbnail Ciao,

"Solo la Juventus con Buffon e Storari è al nostro livello - dice - La squadra ha ritrovato tranquillità dopo un inizio difficile. Modulo? Il 4-3-3 è il più adatto".

Il passaggio del turno in Champions e il successo sulla capolista Juventus, com'è inevitabile che sia, hanno portato aria nuova attorno all'ambiente rossonero. A confermarlo è Marco Amelia, intervenuto a 'Studio Milan', trasmissione del canale tematico 'Milan Channel'.

"A inizio stagione è stato difficile, sono andati via grandi giocatori - dice il portiere, titolare contro i bianconeri al posto dell'acciaccato Abbiati - ma nell'ultimo periodo la situazione psicologica del gruppo è cambiata. La squadra sta acquisendo sempre più sicurezza, giocando con maggiore tranquillità".

Amelia non fa ricorso a una falsa modestia quando afferma che "io e Abbiati, secondo me, siamo la coppia di portieri più forte d'Italia. Forse solo la Juve, con Buffon e Storari, ha due numeri 1 di altissimo livello come noi. Ma occhio anche a Gabriel, che ora è chiuso ma che ha grandissime qualità e una forza impressionante".

Si parla anche di modulo. "Quello ideale è il 4-3-3. Prima ne abbiamo provati altri per capire quale si adattasse meglio ai nuovi arrivati. Poi per carità, nelle prossime partite Allegri potrà anche utilizzarne altri, ma lo farà soltanto se sarà convinto di cambiare".

Contro la Juventus si è finalmente rivisto uno stadio ribollente. "Quest'anno è stata la prima volta in cui i tifosi erano così caldi - dice Amelia - noi stessi abbiamo sentito il loro attaccamento alla squadra. Abbiamo bisogno di loro per tornare ai livelli degli ultimi anni".

Sullo stesso argomento