thumbnail Ciao,

Il patron rosanero ha voluto smentire le voci di un suo disimpegno con un comunicato apparso stamane sul sito ufficiale del club: "Ma ho offerto a Lo Monaco il 10% delle azioni".

I sostenitori del Palermo lo sappiano: Maurizio Zamparini non ha alcuna intenzione di lasciare la guida del club, con buona pace dei suoi detrattori. "Ricevo da giorni comunicazioni dei tifosi palermitani, convinti che l'arrivo di Lo Monaco preluda ad una mia uscita dall'U.S. Città di Palermo. Niente di più errato", si legge nel comunicato diffuso stamane sul sito ufficiale della società.

"Le scelte di un grande professionista come Lo Monaco, amministratore delegato, stipendiato dal Palermo, come pure quella di Gasperini, allenatore di prima fascia, sono state fatte per dare spessore e continuità alla gestione dell'U.S. Città di Palermo. Ho offerto anche al signor Lo Monaco la possibilità di acquisire il 10% delle azioni della società, coinvolgendolo ancora di più nel progetto".

Il patron, nella nota, si è detto "convinto che la mia passione e competenza, unite alla grande esperienza e professionalità di Lo Monaco, ci faranno crescere e ottenere successi. Sono comunque rammaricato che dopo dieci anni la tifoseria palermitana ancora non conosca chi sia il suo presidente".

Una conclusione polemica, che sta lì a testimoniare la grinta sempre intatta del vulcanico Zamparini, uno dei 'mangia-allenatori' per eccellenza del nostro calcio. Con Gasperini, comunque, si è scelto di avviare un nuovo corso, e la vittoria nel derby di sabato scorso, come sottolineato dallo stesso allenatore, potrebbe essere stata la svolta della stagione per i rosanero, impegnati stasera col Verona per il 4° turno di Coppa Italia.

Sullo stesso argomento