thumbnail Ciao,

Il tecnico serbo ha presentato in conferenza stampa il match che domani vedrà la Lazio in campo contro l'Udinese: "Hernanes non è al meglio, Konko da valutare".

La quattordicesima giornata di Serie A, in formato spezzatino, si concludere con il Tuesday Match in programma domani sera all'Olimpico, dove si troveranno di fronte Lazio e Udinese.

Il tecnico bianconceleste Vladimir Petkovic, nella consueta conferenza stampa pre match, si è soffermato sull'attuale momento di forma vissuto dalla sua Lazio: "Devo ancora vedere un paio di situazioni, ho visto comunque una squadra presente, tornata in forma psicofisica, pronta per domani. Hernanes è forse al 60% della sua condizione, con lui ho già fatto un determinato discorso, deve essere al 100%, se è al 99% non lo rischiamo, potrebbe andare in panchina, vedremo dopo l'allenamento di oggi. Konko resta da valutare. Sono fiducioso anche riguardo a chi li dovrà eventualmente sostituire".

Quindi Petkovic ha proseguito: "Il primo obiettivo della Lazio è portare più punti possibili a casa, mi danno fiducia le nostre prestazioni casalinghe, dobbiamo avere sempre più fame, da domani ci vorranno concentrazione e lucidità enorme, ma anche fame".

Il tecnico non si mostra preoccupato per la scarsa vena realizzativa dei suoi attaccanti: "Con tutte queste occasioni create non sono preoccupato, prima o poi i goal arriveranno". E sottolinea: "Dobbiamo migliorare sulle palle ferme, noi abbiamo segnato sempre con quei 4-5 uomini che giocano davanti, dobbiamo migliorare anche sugli inserimenti delle seconde linee".

Petkovic si sofferma poi sugli avversari di domani, e osserva: "Non abbiamo una buona tradizione contro l'Udinese, ma tutte le tradizioni si possono rompere,  con tutto il rispetto per l'avversario, forte, che ha dimostrato di valere tanto". Quindi esalta Di Natale: "E' uno dei pochi attaccanti che sta facendo constantemente bene in questi anni, nessuna misura contro Di Natale, ma contro chi deve dargli il pallone".

Il tecnico analizza poi l'attuale stato di forma di alcuni uomini che potrebbero rivelarsi decisivi per il futuro biancoceleste: "Ederson ha avuto problemi nell'ultima partita, con questi ritmi è difficile spaccare il fiato, potrebbe avdre un'ora di autonomia - e su Lulic afferma- dobbiamo vedere dove può dare di più, si può adattare in fase difensiva, ma gioca meglio a centrocampo, in mezzo, in posizione medio-alta".

Infine Petkovic non mette limiti alla propria creatura, e spiega: "Anche la Juve nelle ultime partite ha ottenuto solo un punto, è una squadra fortissima ma non imbattibile. Ecco perchè tutti devono credere ancora di più che possono competere con la Juve, che è favorita. Anche la Lazio deve competere e crederci fino in fondo. Se vinciamo contro l'Udinese possiamo fare una bella figura fino alla fine di dicembre, il 6 gennaio giochiamo in casa contro il Cagliari, poi di nuovo in casa contro l'Atalanta. Dobbiamo essere umili, rimanere con i piedi per terra, per dare il 150%. e vedere dove possiamo arrivare".

Sullo stesso argomento