thumbnail Ciao,

Le uniche sconfitte degli ultimi due campionati sono arrivate da Milan e Inter. In generale la squadra fatica negli scontri diretti, anche a causa delle fatiche di Coppa.

Due sconfitte in quattro partite, dopo che lo scorso anno la Juve non aveva mai conosciuto il sapore amaro del ko, perlomeno in campionato. Due dispiaceri giunti proprio dalle rivali di una vita, il Milan e l'Inter, capaci di spazzar via l'aura di imbattibilità bianconera.

Sotto la Madonnina se la godono. "La vecchia Milano è ancora in pista - ha detto Adriano Galliani a 'Milan Channel' - La Juve perde poco, e in questi due campionati è andata ko solo con le milanesi. E' significativo". Senza contare la semifinale di ritorno di Coppa Italia, persa coi rossoneri nei 90' prima del pari dei supplementari.

La Juve che perde con le altre big fa abbastanza scalpore, perché proprio negli scontri diretti la squadra di Conte aveva costruito il trionfo dello scorso anno: contro Milan, Inter, Napoli, Roma, Lazio e Fiorentina, specialmente in casa erano giunti successi vitali nella corsa al titolo.

Quest'anno soltanto i giallorossi, asfaltati a Torino, e i partenopei hanno avuto la peggio. Per il resto, 0-0 contro la Lazio in cui la Juve avrebbe però meritato ampiamente di vincere, e identico risultato a Firenze contro i Viola, migliori per tutto l'arco della partita.

Certo, arrivare a un big match così dopo gli sforzi compiuti a metà settimana contro il Chelsea non può che aver pesato. Ieri sera le gambe non giravano, la testa non funzionava. D'altronde, sono le controindicazioni del doppio impegno. A Conte l'onere di trovare una soluzione.

Sullo stesso argomento