thumbnail Ciao,

Al termine del match vinto sulla Juventus, il tecnico rossonero reagisce sarcasticamente quando gli chiedono delle parole del presidente. Che tuttavia non gradisce...

Come quei marinai abili ad uscire dalle acque in tempesta, Massimiliano Allegri finalmente 'vede terra' lasciandosi alle spalle tuoni e fulmini. Il Milan esce alla grande da una settimana di quelle che possono far svoltare una stagione, battendo la capolista Juventus dopo aver compiuto una grande rimonta a Napoli e aver staccato il pass per gli ottavi di Champions.

E nel dopo partita il buon Max sa bene che la prima domanda sarà sulle parole pronunciate sabato da Berlusconi a Milanello, a proposito del sogno Guardiola e del fatto di averne parlato proprio con il tecnico, di fatto mettendogli addosso la data di scadenza.

Dopo una vittoria sulla Juve rispondere è più facile, e Allegri tira fuori tutto il suo sarcasmo ed orgoglio: "Mi sento lusingato se la società cerca Guardiola, vuol dire che io sono uno dei più bravi, se non il più bravo. Il panettone me lo ha preparato il pasticcere di Milanello in anticipo, così ero sicuro di mangiarlo...".

Parole che fanno seguito a quelle - che tradivano maggiore nervosismo - pronunciate dal tecnico alla vigilia in conferenza stampa e sulle quali Berlusconi si era espresso così prima del fischio d'inizio: "Allegri non ha gradito le mie battute di sabato? Allora non è un buon allievo". Se davvero Max vuole arrivare a fine stagione, oltre al panettone, si dovrà munire di un buon digestivo...

Sullo stesso argomento