thumbnail Ciao,

Il presidente rossonero ha toccato diversi temi dopo la vittoria contro i bianconeri arrivata grazie a Robinho: "Non mi sono pentito di non aver ceduto Pato, no a Sneijder".

Se la ride Silvio Berlusconi. Venerdì la visita a Milanello, sabato le dichiarazioni, domenica la vittoria sulla Juventus. Una triade che ha riportato la vittoria al Milan, con i rossoneri abili a battere la squadra Campione d'Italia. Anche grazie all'aiuto di Rizzoli.

Intercettato dai cronisti all'uscita dal ristorante Giannino, noto ritrovo di tutti i tifosi, calciatori e dirigenti milanisti, il patron del 'Diavolo' ha evidenziato di essere felice per la vittoria. Sopratutto per come i tre punti sono arrivati.

"Un rigore dubbio, battere la Juventus così è ancora più bello", ha esordito l'ex Presidente del Consiglio. "I bianconeri hanno un gran gioco, Conte è straordinario da questo punto di vista. Noi abbiamo rinunciato a quello che prossimamente sarà lo schema. Speriamo di mettere in campo con successo Bojan, El Shaarawy e uno tra Pato e Robinho, per un attacco che farà scintille".

Allo stadio era presente Marco Van Basten: "Con lui ci commuoviamo sempre, ricordiamo le gioie del passato. Nella storia del calcio ci sono state tre squadre ad averla segnata. Uno è l’Ajax di Crujiff, uno è il Milan degli olandesi e l’ultimo è il Barcellona attuale. Credo che tutti vorrebbero Guardiola, che ha creato una squadra che ha prodotto il miglior gioco degli ultimi anni, ma noi continueremo con il nostro allenatore, con cui ho un ottimo rapporto. Al riguardo sono circolate tante voci che non corrispondono al vero".

Berlusconi si prende parte del merito per la vittoria: "Per la prima volta i giocatori hanno avuto la consapevolezza di essere giocatori da Milan, credo di averli sensibilizzati a riguardo. Pato? Non mi sono mai pentito di non averlo ceduto".

Dopo le parole su Pato spazio ad altre individualità: "Personalmente non mi è mai piaciuto Tevez, noi vorremmo fare una squadra di giovani, per iniziare un nuovo ciclo. Sneijder? Non c’è nessuna ipotesi Milan. Cassano non voleva stare con noi".

Sullo stesso argomento