thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato del Milan commenta soddisfatto la vittoria della squadra rossonera contro la capolista Juventus.

E' un Adriano Galliani felice quello che si presenta davanti ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria del suo Milan contro la Juventus.

La gara è stata anche preceduta da una telefonata del presidente della Juventus, Agnelli, a Galliani per complimentarsi per il passaggio del turno in Champions... "E' cambiato il clima fra i due club? No, è il clima di sempre - ha detto l'amministratore delegato rossonero - perchè Milan e Juventus hanno buoni rapporti da una vita. Poi c'è stato l'episodio dell'anno scorso (il goal di Muntari non convalidato, ndr), che non voglio però ricordare... ma poi i rapporti sono comunque buonissimi".

"Eppoi - ha continuato Galliani - ricordiamoci che in Champions ed Europa League è un bene che le italiane vincano, per il ranking europeo. Quindi, quando vince in campionato siamo competitors, ma quando un italiano vince in Europa fa bene a se stessa e a tutto il calcio italiano. Agnelli è stato carino e gentile e io farò lo stesso quando loro, spero, vadano avanti quando giocheranno a Donetsk".

Marotta ha detto che senza il rigore, che non c'era, sarebbe stata una partita da 0-0... "Forse - ha risposto Galliani - Ma siamo sicuri che il rigore non ci fosse? Ho visto le immagini e ci sono dei replay in cui sembra che il pallone scenda molto, quasi come se avesse colpito prima il braccio. Allegri ha detto che non era rigore? Guardiola invece avrebbe detto che era rigore (ride, ndr)".

E ai microfoni di 'Milan Channel', Galliani ha commentato anche la gara... "Stiamo tornando a far bene - ha detto - Sono tre partite che facciamo bene. Sembravano una montagna da scalare queste partite, invece ce l'abbiamo  fatta. Adesso dobbiamo scalare la classifica. Io sto cominciando il pressing su Berlusconi per farlo venire ogni giovedì a Milanello".

"Il Milan visto oggi è stata una squadra intensa e che voleva vincere - ha detto ancora Galliani - Questa vittoria e il passaggio del turno in Champions League possono essere la svolta. Il Milan non ha mai giocato in questo modo, è un modulo che ha scelto il nostro allenatore, con la squadra che non dà punti di riferimento. La pressione su Pirlo l'ha limitato molto. Perchè è stato Montolivo a indossare la fascia da capitano? Il titolare e il vice erano fuori, quindi io, il presidente e l'allenatore abbiamo deciso di dare la fascia a lui, perchè è il capitano in campo. Ha giocato benissimo, così come tutti gli altri".

E uno dei migliori, oggi, è stato Constant, che nelle precedenti uscite aveva lasciato qualche dubbio... "Il suo arrivo al Milan è stata un'idea che mi è venuta nel momento in cui ho saputo dell'infortunio di Muntari. Probabilmente lo riscatteremo".


Sullo stesso argomento