thumbnail Ciao,

Nel post-partita col Bologna il centrocampista blucerchiato ha attaccato la sua ex squadra: "Mi hanno preso in giro, dovrebbero imparare ad avere rispetto per gli altri".

Goal al derby e goal vittoria al Bologna. Per Andrea Poli è sicuramente un ottimo momento. Forse il momento migliore per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Il centrocampista della Sampdoria ha prima commentato il successo sui felsinei, ma poi si è concesso un momento da dedicare tutto alla sua ex squadra, l'Inter.

"Sono molto contento per i due gol nelle ultime due giornate - esordisce ai microfoni di 'Sky Sport' - . Sia quello che questo sono gol pesanti e importanti. Oggi abbiamo conquistato altri tre punti fondamentali per il nostro cammino. Col nuovo ruolo riesco ad arrivare più lucido in zona tiro: mi sono messo al servizio del tecnico e cerco di dare una mano alla squadra".

Fin qui tutto normale. Poi la discussione si sposta sulla sua recente esperienza in nerazzurro..."Ci sono stati momenti incredibili, mi pareva di essere su Scherzi a Parte. Mi avevano detto che mi avrebbero riscattato al 100% e invece hanno cambiato idea e hanno gestito la vicenda in maniera assurda", lo sfogo di Poli, su cui l'Inter non ha esercitato l'obbligo di riscatto nonostante l'accumulo delle 15 presenze stagionali stabilite.

"Quando ti arriva la convocazione per il ritiro ci credi e pensi di andarci - continua - , poi è successo qualcosa che non conosco e che dovete chiedere a loro. Non c'è delusione, ma certe persone dovrebbero imparare il rispetto per gli altri visto che dopo la convocazione per 10 giorni non si son fatti sentire". Adesso, però, c'e solo la Samp. Che l'ha riaccolto a braccia aperte: "Comunque io sto bene qui e sono contento di giocare per la Sampdoria, un gruppo unito che ha saputo soffrire in questi mesi e che ora vuole fare bene".

Oltre a Poli, del match col Bologna ha parlato anche Enzo Maresca. Queste le sue considerazioni: "Tanto volte giocare con un uomo in più non vuol dire nulla. Abbiamo faticato a trovare gli spazi in avanti, ma alla fine abbiamo trovato il gol e una vittoria molto importante. Svolta? Sono state due vittorie importantissime dopo 7 sconfitte. Da martedì però dobbiamo pensare alla Fiorentina. L'obiettivo è la salvezza e cercheremo di raggiungerla il prima possibile visto che siamo una squadra giovane che fatica a trovare continuità".

Sullo stesso argomento