thumbnail Ciao,

Il presidente rossazzurro ha parlato poco prima del calcio d'inizio del tanto atteso derby, commentando la polemica avuta in settimana con il direttore rosanero Lo Monaco.

Palermo-Catania sta per iniziare ma gli animi sono già stati accesi abbondantemente in settimana, con le piccanti dichiarazioni del direttore sportivo rosanero Lo Monaco. Il presidente Antonino Pulvirenti ha voluto spiegare la linea adottata dalla società nel replicare ai rivali.

Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', il patron rossazzurro ha preferito non aggiungere ulteriori polemiche: "Questa polemica non interessa a nessuno, sono cose stucchevoli. Non voglio rispondere su questo argomento, che mi sembra poco opportuno. Dietro Gasparin adesso c'è la società del Catania, che in questi 8 anni ha lavorato bene, siamo una struttura organizzata che va avanti globalmente a prescindere da quelli che sono gli uomini che la guidano".

La linea societaria è stata quella di cercare il basso profilo: "Il silenzio stampa è stata una cosa decisa con cognizione di causa, perchè sappiamo che si tratta di una partita delicata. Sapendo cosa è successo tra le due tifoserie, non abbiamo parlato solamente per non accendere gli animi. Sulle affermazioni di Lo Monaco non c'è niente da dire, abbiamo voluto rispondere solamente con il comunicato stampa".

Pulvirenti conclude poi elogiando l'autista del club Pennisi, tirato in ballo da Lo Monaco e paragonato allo stesso presidente del Catania per l'importanza all'interno della società: "Antonio Pennisi è una persona rispettosissima, il fatto di essere stato accostato a lui mi fa piacere, perchè è una persona perbene e non mi offendo. Le offese arrivano quando hai considerazione, non quando non ne hai".

Sullo stesso argomento