thumbnail Ciao,

Maran è deluso dal suo Catania "Avevamo preparato la partita in maniera diversa, invece..."

L'allenatore etneo ha anche affermato di non essere affatto contento della prestazione della sua squadra e di essersi arrabbiato in occasione della prima rete rosanero.

Non è stato il solito Catania di Maran, che infatti è uscito dal Barbera sconfitto per 3-1 dalla squadra di Gasperini. Nel post-partita è intervenuto il tecnico etneo ai microfoni di Sky Sport, sottolineando quello che secondo lu non è andato nella sua squadra.

"Non abbiamo fatto la partita che ci aspettavamo, abbiamo subito un goal molto presto e questo ci ha messo nelle condizioni di concedere troppi spazi al Palermo. Siamo andati più per istinto che per logica e la nostra prestazione ne ha risentito. In alcuni frangenti siamo anche riusciti ad entrare dentro l'area di rigore del Palermo, ma dopo il 2-0 ci siamo ulteriormente disuniti. E' un ko che ci brucia molto, ma rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo".

La partita è stata molto diversa rispetto a quella che la squadra aveva ipotizzato in settimana: "C'eravamo allenati bene in settimana, ma in gara non abbiamo messo in pratica nulla di quello che avevamo preparato e abbiamo anche preso goal nei momenti topici della gara. In settimana ed in futuro dovrò riuscire a fare capire alla squadra che quando giochiamo in trasferta dobbiamo giocare in maniera diversa, anche se secondo me in passato fuori dal Massimino ci siamo comunque espressi bene".

La conclusione è dedicata agli obiettivi stagionali della squadra etnea: "Il nostro obiettivo è quello di arrivare all salvezza il più presto possibile, non dobbiamo interessarci di quello che dicono gli altri. Almiron si è tolto le scarpe mentre il Palermo segnava il primo goal? Non è affatto questione di sfortuna, sarebbe una cosa da evitare".

Sullo stesso argomento