thumbnail Ciao,

La sfida con Zeman non è delle più semplici: "Spero che venga accolto con tanti applausi visto quello che ha fatto qui, con lui ho vissuto belle stagioni alla Lazio".

Chiusa la gestione Stroppa, che si è dimesso dopo la sconfitta di Siena, il Pescara riparte da Cristiano Bergodi. Il neo tecnico della compagine abruzzese, è chiamato ad un esordio di fuoco contro la Roma allenata da quel Zeman che all'Adriatico ha fatto vedere cose sontuose.

Bergodi, intervistato ai microfoni di Sky, ha spiegato qual è stato l'impatto con la nuova realtà: "Le prime sensazioni sono state positive, ho trovato un gruppo molto disponibile e spero di esser riuscito a mia volta a dare qualche input ai ragazzi. Certo sono qui da soli quattro giorni e non è facile in così poco tempo, conoscevo però già l'ambiente perchè ci ho giocato".

Bergodi pretende un Pescara che dia sempre il massimo: "Mi aspetto grande determinazione da parte di tutti, dobbiamo lottare per non retrocedere e abbiamo bisogno di combattenti pronti a dare tutto in ogni partita. Per il bel gioco c'è tempo, adesso servono i punti. Stroppa? Non l'ho sentito, volevo conoscere la squadra da solo".

La sfida con Zeman non è delle più semplici: "Spero che venga accolto con tanti applausi visto quello che ha fatto qui, con lui ho vissuto belle stagioni alla Lazio, lo saluterò a dovere".

Sullo stesso argomento