thumbnail Ciao,

Il terzino del Pescara spera di esordire in Serie A proprio contro la squadra in cui è cresciuto: "Sarebbe bellissimo, se segno non esulto. Futuro? Penso a far bene qui".

Alessandro Crescenzi è pronto al debutto dopo tre mesi di stop e, per ironia della sorte ha l'occasione di farlo proprio contro la "sua" Roma, che ha preferito mandarlo in prestito e puntare su Piris. "Se hanno puntato su di lui avranno fatto le loro valutazioni, io non mi sento inferiore a nessuno e penso al Pescara. Nessun rancore, insomma", le parole del giovane  esterno del Pescara riportate dalla 'Gazzetta dello Sport'.

Domenica all'Adriatico ha tutta l'intenzione di farsi rimpiangere e di dimostrare che è un giocatore 'da Roma': "Totti ha ragione quando dice che non sarà sicuramente facile per noi - continua - ma non lo sarà nemmeno per loro. Dovremo essere bravi a difendere, stare concentratissimi e poi ripartire per far male negli spazi che concedono. Esordire proprio contro la Roma sarebbe bellissimo, ci spero davvero. Se facessi goal? Non esulterei per rispetto".

Il sogno di Crescenzi è quello di trovare un posto da titolare nella Roma del futuro, e chissà che non possa iniziare a stregare Zeman proprio domenica.

Sullo stesso argomento