thumbnail Ciao,

Tra Pazzini, Bojan e Pato, contro i bianconeri il giocatore ghanese-tedesco potrebbe clamorosamente spuntarla per una maglia da titolare al centro dell'attacco rossonero.

Dopo lo stentato avvio di stagione, il Milan sta indubbiamente crescendo di fiducia, ovvia conseguenza del salire delle prestazioni e dei risultati. E fiducia è esattamente il sentimento che si respira adesso nello spogliatoio rossonero, come dimostrano le parole di Ignazio Abate alla vigilia del big match contro la Juventus.

"Sarà una partita difficile, contro la prima in classifica - spiega l'esterno destro a 'Sky' - ma il Milan e' in ripresa e si farà trovare pronto. E' normale che sia favorita la Juventus anche se, ripeto, siamo in ripresa e possiamo fare male...".

"Stiamo meglio, c'è ancora tanto da lavorare - continua Abate - ma nelle ultime partite la squadra ha dimostrato voglia e ha messo intensità e con queste caratteristiche le qualità dei giocatori verranno fuori. Raggiungere la qualificazione agli ottavi di Champions con un turno d'anticipo non è una cosa da sottovalutare".

La formazione anti Juventus è praticamente fatta, con soltanto un paio di dubbi. Uno è legato alle condizioni di Mexes, uscito acciaccato dalla gara di Bruxelles contro l'Anderlecht: qualora il centrale francese non dovesse recuperare in tempo, al fianco di Yepes - ora inamovibile - giocherà Zapata.

Confermatissimo - come da diktat presidenziale - lo schieramento più offensivo con il 4-3-3 e la mediana Montolivo, De Jong, Nocerino (in assenza di Ambrosini infortunato), l'altro dubbio è relativo alla mattonella di centravanti, e qui Massimiliano Allegri potrebbe tirare fuori il coniglio dal cilindro.

Secondo quanto anticipa 'Tuttosport', infatti, il tecnico rossonero avrebbe in serbo un Kevin-Prince Boateng schierato in posizione di... Boa, ovvero di prima punta - soluzione peraltro auspicata dallo stesso Silvio Berlusconi nella sua recente 'visita pastorale' a Milanello - con Emanuelson a destra e El Shaarawy a sinistra a completare il tridente. L'ipotesi alternativa più 'classica' prevede invece il ghanese-tedesco largo a sinistra e Pazzini o Bojan in mezzo.

Sullo stesso argomento