thumbnail Ciao,

La Corte di giustizia federale si pronuncerà sulla doppia squalifica, per l'allenatore qualche chance in più. Allarme Ranocchia: il difensore è in dubbio per lunedì.

Giornata importante in casa Inter: nel primo pomeriggio, la Corte di giustizia federale si pronuncerà sul ricorso presentato contro le squalifiche di Andrea Stramaccioni e Antonio Cassano. Per il tecnico, c'è qualche chance in più di vederla annullata rispetto all'attaccante barese.

Nel frattempo, l'allenatore risponde con sarcasmo alle domande sul rischio di non essere in panchina a Parma: "Già sono a rischio? Che, si è già arrabbiato Moratti dopo una sconfitta a Kazan? Penso non sia un risultato a farmi vacillare...", questo il pensiero riportato dalla 'Gazzetta dello Sport'.

Come detto, 'Strama' ha maggiori possibilità di vedersi cancellato il turno di stop rispetto a Fantantonio per il quale l'Inter spera in una riduzione che gli consenta di passare da due a uno e renderlo arruolabile per il match col Palermo del 30 novembre.

Per l'allenatore, secondo il 'Corriere dello Sport', i legali del club di Moratti punteranno su quanto accaduto a Mazzarri dopo l'ultima Supercoppa: il tecnico napoletano venne allontanato per un'espressione molto simile al "Dovete vergognarvi" di Stramaccioni e fu graziato con l'annullamento della squalifica.

Cassano ha spinto il tecnico nel tunnel per evitargli contatti col quarto uomo, è questo il gesto sul quale la 'Difesa' interista proverà a far leva per ottenere una diminuzione della sanzione comminata dal giudice sportivo nei confronti dell'attaccante pugliese.

In vista del 'monday night' contro i ducali, in casa nerazzurra c'è apprensione per le condizioni di Andrea Ranocchia: lo stopper, che nel finale del match contro il Rubin Kazan ha accusato un problema all'adduttore, è in dubbio per la gara del 'Tardini'. "Gli ho detto di non rischiare e lui appena ha sentito un dolorino ha chiesto il cambio. Lui è importante per noi", ha evidenziato Stramaccioni.

Sullo stesso argomento