thumbnail Ciao,

La 'Formica Atomica' parla del momento personale e delle ambizioni bianconere: "Battere gli inglesi è stato molto importante, togliere la maglia mi è venuto istintivo".

Il goal al Chelsea ha un po' il sapore della rivincita per Sebastian Giovinco, protagonista anche in Champions con il tris che ha chiuso i conti. La 'Formica Atomica' parla a ruota libera del momento personale e delle ambizioni stagionali della Juventus.

"Sicuramente per noi è stata una serata molto importante - ha detto in un'intervista rilasciata a 'Sky' - era fondamentale poter trovare la vittoria, ci siamo riusciti, ci siamo riusciti con i Campioni d'Europa, quindi è stata sicuramente una serata bella".

Sulle recenti critiche piovutegli addosso, il 'piccolo' attaccante assicura: "Non mi interessano. La cosa è importante è che siamo primi classifica, la cosa importante è che abbiamo vinto in Champions League, la cosa importante è che abbiamo vinto la Supercoppa, siamo il miglior attacco, siamo la miglior difesa. Tutte queste polemiche, secondo me, sono troppo eccessive. Ciò che conta è che stiamo facendo bene".

Nell'esultanza dopo il goal agli inglesi, nessuno sfondo polemico: "Mi è venuto istintivo di togliere la maglia, poi alla fine è una cavolata. Però è quello che mi è passato per la testa - precisa Giovinco - Da parte mia non c'era nessun sassolino da togliere. Obiettivi della Juve? Far bene in tutte le competizioni e quindi vale anche per la Champions".

Sullo stesso argomento