thumbnail Ciao,

Il bomber modenese sta contribuendo a fare grande la squadra di Montella. Per il suo ritorno - ricorda l'agente - è stato decisivo il ruolo di Andrea Della Valle.

Altro che 'bollito'. Luca Toni c'è, e alla bella età di 35 anni può ancora dire la sua, come sta dimostrando in questo primo scorcio di stagione. Sono già 4 le reti siglate in campionato con la maglia della Fiorentina, alla faccia di chi pensava che ormai avesse già dato il meglio di sè.

"Luca non ha mai avuto dubbi, la Fiorentina è sempre stata la sua priorità, anche se in estate c'erano pure altre squadre sulle sue tracce - ha spiegato l'agente Manuel Montipò ai microfoni di 'Radio Blu' - Appena c'è stata la possibilità di un ritorno, ha fatto di tutto affinchè si concretizzasse. La società gli ha chiesto di dare una mano sia in campo che nello spogliatoio".

Secondo Montipò si sta rivedendo il Toni dei bei tempi: "E' tornato ad alti livelli, sta dimostrando di non essere assolutamente finito. La squadra lo sta mettendo in condizione di fare bene, anche perchè è costruita in maniera piuttosto offensiva".

Un ruolo decisivo per il suo ritorno a Firenze - sottolinea ancora il procuratore - l'ha avuto il presidente Andrea Della Valle: "Sì, con lui Luca ha sempre avuto un bellissimo rapporto. Lo testimonia anche il fatto che a suo tempo scelse il Bayern, e non altre squadre italiane".

Per il momento Firenze si gode il Toni calciatore, per il Toni dirigente si vedrà: "Non ha ancora programmato il suo futuro, lui pensa solo a giocare e, se continua così, potrà farlo ancora per un po'".

Sullo stesso argomento