thumbnail Ciao,

Calenda, procuratore dei due difensori brasiliani, ha pronosticato ad entrambi un ottimo percorso in maglia giallorossa. "Per Marquinhos trattativa lunghissima...".

Marcos Aoás Corrêa, meglio noto come Marquinhos, è una delle più belle sorprese della Roma 2012-13. Appena 18 anni e la personalità di un veterano, oltre ad un bagaglio tecnico davvero niente male per un difensore. Il club giallorosso lo ha appena riscattato dal Corinthians ed ora è pronto a goderselo per gli anni a venire.

"E' un ragazzo molto maturo per la sua età - osserva l'agente Roberto Calenda, ospite ai microfoni di 'Sky' - Ha tutto per fare bene. L'ambientamento procede in maniera ottimale, grazie anche all'appoggio ricevuto dalla società e dai suoi compagni, e lui sta cercando di ripagare la fiducia".

La trattativa per ingaggiarlo, ricorda Calenda, è stata "lunghissima ed estenuante. Non è stato facile portarla avanti, ma alla fine, in extremis, ci siamo riusciti. L'idea è nata durante la scorsa primavera, ne parlai con il ds Sabatini, che ha subito visto delle qualità nel ragazzo".

Presto la Roma - è l'auspicio del procuratore - potrà godersi anche il talento di un altro giovane difensore brasiliano, il terzino sinistro Dodò, finora frenato dai guai fisici: "Arriva da un brutto infortunio, ma ora sta recuperando. Sono convinto che, quando lo farà appieno, sarà protagonista anche lui. E' solo questione di tempo, non c'è dubbio che abbia ottime doti".

Sullo stesso argomento