thumbnail Ciao,

Lo stop forzato imposto al barese dalle due giornate di squalifica inflittegli dopo Inter-Cagliari può rilanciare le quotazioni dell'olandese, pronto al rientro contro il Parma.

Non tutti i mali vengono per nuocere. Andrea Stramaccioni probabilmente non sarà molto d'accordo con il celebre adagio popolare dopo la stangata del Giudice Sportivo, che priverà la sua Inter di una pedina fondamentale come Antonio Cassano per le prossime due settimane.

Certo però che il rientro in gruppo di Wesley Sneijder, senza lo stop forzato del barese, avrebbe parecchio complicato i piani tattici del tecnico nerazzurro, e soprattutto lo avrebbe costretto a dolorose ed eccellenti esclusioni.

I NUMERI DELLA
STAGIONE DI WES
8 Le presenze in nerazzurro
2 I goal realizzati
3 Gli assist sfornati
5 Le sostituzioni ricevute
2.94 La media voto su Goal.com
L'olandese è infatti ormai pronto al ritorno in campo, dopo l'infortunio patito ad inizio stagione in quel di Pescara. Stramaccioni ha deciso di non rischiarlo contro il Cagliari e di lasciarlo a riposo anche per la lunga trasferta di Europa League contro il Rubin Kazan, specie dopo il piccolo indurimento muscolare di cui ha sofferto il trequartista negli ultimi giorni.

Snejder però dovrebbe tornare regolarmente a disposizione già nel monday night di lunedì sera contro il Parma. Quella sarà l'occasione per testare l'adattabilità del numero dieci nerazzurro al modulo che così tante soddisfazioni ha regalato a Stramaccioni nell'ultimo periodo.

L'assenza di Cassano per squalifica permetterà infatti al mister interista di schierare l'olandese dal primo minuto, anche se appare improbabile che Sneijder possa interpretare il ruolo di terza punta larga a sinistra. Possibile invece che Stramaccioni ritocchi il 4-3-3 di partenza, passando a un 4-3-1-2 sicuramente più adatto alle caratteristiche del trequartista orange.

E' però certo che, i due turni di campionato senza Cassano, potrebbero permettere a Sneijder di rilanciare le proprie quotazioni e scalare nuovamente le gerarchie nerazzurre, tanto da riconsegnargli le chiavi del gioco interista, dopo il lungo periodo di stop che sembra averlo messo ai margini del nuovo corso targato Stramaccioni.

Sullo stesso argomento