thumbnail Ciao,

A difendere l'ex giocatore dell'Udinese, sentito oggi in Procura Federale, ci ha pensato il patron del club capitolino, Claudio Lotito. "Conosco la persona, non i fatti".

E' stato ascoltato quest'oggi, in Procura Federale, Stefano Mauri. Il centrocampista della Lazio, interrogato dagli inquirenti, ha chiarito ancora una volta la propria posizione riguardo allo scandalo del calcio scommesse partito nel 2011.

A difendere l'ex giocatore dell'Udinese ci ha pensato il patron del club capitolino, Claudio Lotito. Il numero uno biancoceleste, con una serie di rassicurazioni e paragoni, ha voluto garantire al 100% per il suo capitano, titolare inamovibile.

''Io non conosco i fatti, ma conosco la persona. Una persona che va a Medjugorje, che va in chiesa, che prega e si comporta in una certa maniera. Mauri è sereno nonostante le vicissitudini che ha subito, questo dimostra che non ha nulla da temere".

Ovviamente potrebbe anche essere una cosa veritiera, ma si tratterebbe, per Lotito, di un particolare caso... "A meno che c'è un dottor Jekyll e un mr Hyde (noto romanzo di Stevenson, ndr) che la mattina si comporta in una maniera e la notte diventa un serial killer...".

Sullo stesso argomento