thumbnail Ciao,

Nonostante la vittoria scacciacrisi nel derby numero 105, ai Garrone non sono piaciute le dichiarazione del loro Ds, che ora può essere sostituito da Perinetti.

Grande entusiasmo per la Genova blucerchiata dopo il 3-1 nel derby di domenica sera. Per le prossime sfide il presidente Garrone chiede alla squadra la stessa grinta vista contro i 'cugini' del Genoa, mentre i tifosi si preparano ad invadere Bogliasco per festeggiare i giocatori della Sampdoria alla ripresa degli allenamenti.

Ferrara, che pare avere messo una bella zeppa sotto la sua panchina assai traballante fino a domenica pomeriggio, conta sul recupero di Eder in un attacco che oggi vede sugli scudi il giovane argentino Icardi che con il suo primo goal in A ha chiuso la sfida del Marassi e messo nella bacheca doriana il derby numero 105.

Certo è che una vittoria che mancava da circa tre anni ha cancellato in un colpo parecchie problematiche che accompagnavano i blucerchiati dopo uno splendido e quanto mai illusorio avvio di campionato. Non tutto però si è risolto per il meglio. In effetti, secondo 'Tuttosport' e 'Secolo XIX', se da una parte Ferrara può stare, alquanto relativamente, tranquillo, dall’altra i proprietari blucerchiati non hanno affatto gradito le dichiarazioni di Pasquale Sensibile rilasciate a 'Sky' a margine del derby. Il Ds doriano aveva infatti detto: "La Sampdoria viene da un sesto posto in serie B, si è rinforzata con tre giocatori in prestito e due svincolati e oltretutto non ho mai visto squadre retrocedere a novembre”.

Punto di vista in parte opinabile, visto che nel girone di ritorno lo scorso anno la Samp, come punti, è stata seconda solo al Pescara, mentre l’investimento per la A è stato complessivamente di oltre 10 milioni di euro, visto che i prestiti sono onerosi, e oltre a questi si sono avuti i riscatti di Costa, Eder e Renan. Certo non si possono imputare alle sole affermazioni di domenica sera le ragioni di un divorzio che da probabile è diventato possibile, tanto che circola già da qualche giorno il nome di Giorgio Perinetti quale sostituto di Sensibile.

Il navigato direttore sportivo di Roma pare essere l’uomo giusto per il mercato di gennaio. La società blucerchiata si è comunque presa qualche giorno per sistemare l’accordo e valutare l'opzione consulenza, in particolare per capire se Perinetti sia ancora in qualche modo legato al Palermo, di cui è stato per brevissimo tempo direttore generale, prima dell’arrivo di Pietro Lo Monaco. Una decisione è comunque attesa in settimana.

Sullo stesso argomento