thumbnail Ciao,

L'arbitro di Inter-Cagliari ha commentato così l'ormai famoso episodio del rigore: "Ho perso la visuale per un secondo, poi ho sentito il boato dei tifosi ma non ho visto il fallo"

E' il 91' di Inter-Cagliari. Ranocchia viene steso in area di rigore da Astori, ma per l'arbitro Giacomelli non ci sono gli estremi per concedere il calcio di rigore. Dalle tribune di San Siro piovono fischi, Moratti si scatena e da qui in poi è storia già nota. Meno nota era invece la versione di Giacomelli, che solo ai suoi piuù stretti amici ha raccontanto come è andata.

"Negli ultimi minuti la gara era molto tirata, proprio per questo stavo attento a ogni situazione. Quando ho visto il passaggio verso Ranocchia mi sono concentrato per capire se entrava dentro l'area oppure restava fuori. Ho corso in quella direzione, poi ho perso la visuale per un secondo. Forse meno. Credo mi sia passato davanti un giocatore. Passato l'attimo ho sentito il boato dei tifosi e Ranocchia a terra. Come facevo a fischiare...", le parole del direttore di gara riportate dalla 'Gazzetta dello Sport'.

Dall'Aia non sono arrivate repliche a Moratti.  Braschi ha ammesso lo sbaglio, dichiarando però che "gli errori gravi sono altri". Nessuna dichirazione da parte del presidente Nicchi, mentre Abete ha orientato il suo pensiero sulla parità di diritti tra giocatori ed arbitri. Il paralellismo con Milito, autore di un clamoroso errore da due passi, è evidente: "Gli uomini sbagliano. Lo fa un calciatore da un metro dalla porta e non per questo è definito incapace o si alimentano sospetti. E allora il buon senso dovrebbe valere anche quando l'errore è commesso dai direttori di gara".

Del resto Milito sarà al suo posto già a partire da domenica prossima, mentre per l'arbitro Giacomelli si prospettano due turni di stop. Gli stessi che rischia Antonio Cassano. Pare infatti che 'FantAntonio' sia stato protagonista di un vero e proprio show nel tunnel degli spogliatoi, dedicato interamente al direttore di gara. Per lui, come per Stramaccioni (che rischia squalifica più ammenda), tutto dipenderà dal referto arbitrale.



Sullo stesso argomento