thumbnail Ciao,

Il portiere belga ed il difensore polacco hanno commentato amaramente il match perso sul campo della Roma, sottolineando comunque l'ottima prestazione granata.

La Roma soffre ma riesce a domare un Torino sempre ostico per qualsiasi avversario. Il match finisce 2-0 per i padroni di casa, ma i granata hanno tenuto il risultato in bilico per più di un'ora, sbloccato poi da un rigore molto dubbio realizzato da Osvaldo. Il portiere Belga Jean-Francois Gillet ed il difensore polacco Kamil Glik hanno commentato amaramente la partita.

In zona mista poco dopo il fischio finale i due giocatori si sono fermati ai microfoni dei media. Il difensore del 'Toro' non ha trattenuto il suo dispiacere: "Inutile parlare del rigore tanto indietro non si torna. Chiunque ha visto la partita può farsi un'idea da sè. Possiamo solo dire che perdere in questo modo fa male".

L'estremo difensore granata ha invece analizzato più a fondo la prestazione, comunque ottima, dei suoi compagni: "Non è facile giocare contro una Roma come quella di stasera, molto ispirata. Però fino a metà del secondo tempo eravamo sullo 0-0 senza mai rinunciare a ripartire. L'avevamo preparata bene: è vero che loro hanno attaccato molto, ma fare gol al Toro non è facile. Noi eravamo in partita, poi è arrivato l'episodio del rigore, che io non voglio giudicare perchè dal campo non è facile".

Il portiere belga prosegue poi rivelando le parole del suo mister a fine gara: "Cosa ci ha detto Ventura? Di voltare pagina e pensare sin da subito alla Fiorentina, altra gran squadra che gioca molto bene. Dobbiamo trasformare la nostra rabbia in energia positiva. Malgrado l'epilogo finale anche questa partita certifica la crescita del Torino".

Sullo stesso argomento