thumbnail Ciao,

Cosmi ha fatto una riflessione: "Vedo altri miei colleghi espulsi che la domenica ssiva sono nuovamente in panchina, a me questa cosa non capita mai".

Ad inizio stagione erano in pochi quelli che avrebbero scommesso sulla salvezza del Siena. La compagine toscana doveva infatti fare i conti con una pesantissima penalizzazione di sei punti che sembrava potesse compromettere già in partenza la sua stagione.

Tredici partite dopo invece, il Siena ha abbandonato l'ultima posizione in classifica ed anzi, sul campo ha guadagnato ben 16 punti al pari di Udinese e Cagliari, uno in più del Milan. Un cammino eccellente che l'ha portato ad un solo punto da quella zona salvezza che adesso è tutt'altro che una chimera.

Grande artefice della scalata dei toscani è certamente Serse Cosmi che, intervistato ai microfoni di Radio Anch'io lo Sport, è però voluto tornare sulla sua espulsione nel corso della partita vinta col Pescara: "Ero arrabbiato con un mio giocatore perchè non aveva passato la palla ad un compagno ed ho preso a calci una bottiglietta. Il mio non era un gesto di protesta nei confronti della terna, loro però l'hanno vista così e mi hanno espulso".

Cosmi ha fatto una riflessione: "La cosa che mi dispiace è che vedo altri miei colleghi espulsi che la domenica successiva sono nuovamente in panchina, a me questa cosa non capita mai".

Sullo stesso argomento