thumbnail Ciao,

L'allenatore vede il bicchiere mezzo pieno nonostante la sconfitta con gli etnei: "L'equilibrio è stato rotto con una palla inattiva, da parte nostra c'è molto rammarico".

Eugenio Corini, allenatore del Chievo, ha commentato nella sala stampa del 'Massimino' il ko subìto a Catania respingendo le critiche relative all'atteggiamento della compagine clivense durante l'arco dei novanta minuti al cospetto degli etnei.

"Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa il Catania ha rotto gli indugi con una palla inattiva - ha evidenziato l'ex centrocampista gialloblù - Da parte nostra c'è molto rammarico, tuttavia abbiamo fatto una buona gara su un campo molto difficile".
 
Corini, nella disamina del match, non vuole sentire parlare di un Chievo preoccupato solo di difendere: "Non ho visto una squadra rinunciataria ed anche il Catania ha prodotto poco, sapendo però sfruttare al meglio un'occasione su palla inattiva".
 
In chiusura, l'allenatore ha speso parole d'elogio nei confronti della formazione guidata da Rolando Maran: "Legrottaglie, Lodi, Almiron, Gomez e Bergessio sono ottimi giocatori e si conoscono molto bene, fanno la differenza", questo il pensiero finale di Corini.

Sullo stesso argomento