thumbnail Ciao,

Il match di domani rischia di stabilire il minimo stagionale di spettatori paganti. La 'luna di miele' tra i tifosi e il tecnico boemo - per molti all'ultima spiaggia - è finita.

I tifosi hanno ormai voltato le spalle a questa Roma. Solo 5mila i biglietti venduti finora per il match di domani sera con il Torino, un 'Monday Night' che rischia di giocarsi in un Olimpico tristemente semivuoto. La gara con i granata rischia di stabilire il primato negativo stagionale di spettatori paganti, che per ora appartiene al recente Roma-Palermo (6064).

A meno di improbabili impennate nella prevendita, allo stadio, contando anche gli abbonati, dovrebbero esserci non più di 30mila persone, un dato più o meno in media con il trend della scorsa stagione, con Luis Enrique in sella.

Ebbene, da allora la situazione non è affatto cambiata, anzi. La squadra è confusa, l'allenatore sballottato ai quattro venti (domani potrebbe essere fatale a Zeman un nuovo ko), la proprietà non si vede. E la dirigenza, da Baldini a Sabatini, è più che mai sotto accusa: dal mercato alla gestione del caso De Rossi, sono tante le cose che non sono andate giù a Pallotta e soci, anche se gli americani hanno bocciato l'idea del ritorno di Montali, che invece UniCredit avrebbe visto di buon occhio.

La tifoseria, che ha dovuto ingoiare anche l'amarezza del ko nel derby, assiste sgomenta al triste spettacolo. In pochi mesi, si è registrata una 'grande fuga' dall'Olimpico: dai 19mila paganti del match di metà settembre con il Bologna ai 6mila col Palermo (4 novembre). E domani, in quanti saranno disposti a sfidare il freddo? Che non è solo atmosferico, a quanto pare.

Sullo stesso argomento