thumbnail Ciao,

Al 'Franchi' sarà scontro tra rivelazioni, Montella è carico: "L'Atalanta non è una sorpresa, l'entusiasmo dei tifosi ci gratifica. Jovetic? E' disponibile"

Il tecnico viola introduce così il match di domani con gli orobici: "Ho ancora 2-3 dubbi di formazione, li scioglierò solo all'ultimo". Niente anticipazioni, dunque...

"Alla mia squadra ho fatto vedere come gioca l'Atalanta per far capire quanto sarà difficile e dura la partita di domani". Non lascia nulla al caso Vincenzo Montella, che vuole rivedere la Fiorentina di San Siro, tonica e vincente. Guai, però, a sottovalutare la 'Dea', una squadra che, secondo il tecnico viola, è riduttivo definire una rivelazione.

"L'Atalanta non è una sorpresa - ha spiegato Montella in conferenza-stampa - ma per quanto ci riguarda stiamo dimostrando di non soffrire l'entusiasmo della gente, anzi ci carica". Dopo tanti dubbi, Jovetic dovrebbe essere della partita: "Ha dato la sua massima disponibilità, poteva un po' rallentare ma ha dimostrato la sua voglia di esserci".

Nessuna anticipazione, però, sulla formazione titolare: "Ho ancora 2-3 dubbi per la formazione che scioglierò solo all'ultimo. Cuadrado? Potrebbe accusare la stanchezza (ha giocato in Nazionale, ndr), vedrò come posso gestirlo".

Secondo Lippi questa 'Viola' è addirittura da scudetto: "Mi viene da sorridere, ma sono contento dei miei. A Milano abbiamo giocato con personalità, senza mai impaurirci, e abbiamo portato a casa una bella vittoria". In chiusura, una battuta sul mercato: "Non è detto che la nostra priorità sia l'acquisto di un attaccante, restiamo alla finestra e valutiamo quello che più ci può interessare".

Sullo stesso argomento