thumbnail Ciao,

Il tecnico bergamasco si aspetta dei progressi soprattutto nella fase difensiva: "Dovremo essere sempre propositivi - ha detto - ma senza concedere il fianco alle ripartenze".

Mattinata di conferenza stampa, questa, per Roberto Donadoni, che contro l'Udinese, domani, al Friuli, spera di ritrovare il miglior Parma della stagione.

"Contro l'Udinese sarà fondamentale fare una prestazione dove dimostriamo di aver ritrovato quella determinazione e quella convinzione per fare il salto di qualità. - ha sottolineato - A Torino abbiamo fatto una prestazione importante e abbiamo vinto la partita. Udine è un bel test, perché se è vero che l'Udinese ha avuto finora qualche problema di continuità, rimane comunque una squadra di spessore superiore a quello che dimostra l'attuale classifica".

Il tecnico bergamasco si aspetta una prova di maturità soprattutto dalla sua difesa. "Concedere all'Udinese le stesse opportunita' che abbiamo concesso al Siena vorrebbe dire venire puniti. - ha affermato - Ho posto questa attenzione a tutti quanti. Dovremo essere sempre propositivi ma senza concedere il fianco a queste possibilita' di ripartenza".

"L'Udinese ha giocatori che hanno tecnica, gamba e forza, - ha ammonito ancora Donadoni - per cui se gli concedi spazi per andare a segno, difficilmente sbagliano".

Infine alcune indicazioni di formazione, dove il tecnico è chiamato a scegliere il sostituto di Biabiany, sottolineando il buon momento di forma dell'Under 21 Nicola Sansone. ”Quando uno viene da una partita con la Nazionale dove, pur avendo perso, ha fatto una buona prestazione, come ha fatto Sansone con l’Under 21, - ha osservato - credo che sia motivo di stimolo e di morale alto. Questo è importante. Sarebbe stato ancora meglio se la squadra avesse vinto, questo è pacifico. Però lui ha fatto una buona prestazione a dimostrazione che sta bene".

L'italiano è in vantaggio al momento su Pabon e Belfodil, come confermato dallo stesso Donadoni: "Tra i nazionali, il più penalizzato è Pabon che ha avuto una trasferta molto lunga e di fatto inizierà ad allenarsi solo nella rifinitura di oggi pomeriggio. Belfodil sta bene ma a volte mi fa un po’ arrabbiare perché deve e può fare di più".

"Durante la settimana deve costruirsi di più il suo cammino, - ha concluso il tecnico del Parma parlando del francese - e questo ancora non l’ha bene in mente. Cerchiamo di aiutarlo però si deve aiutare anche a lui. Sono comunque giocatori che stanno facendo discretamente bene anche se sono convinto che possano fare ancora di più”.

Sullo stesso argomento