thumbnail Ciao,

Allegri non ha svelato con quale modulo scenderà in campo il Milan: "Ne abbiamo provati diversi, prenderò una decisione domattina".

E' una giornata importantissima quella che si sta vivendo in casa Milan. Alla vigilia della difficilissima sfida che vedrà i rossoneri impegnati sul campo del Napoli, si è rivisto a Milanello un Silvio Berlusconi che non solo ha parlato alla squadra, ma ha anche annunciato il suo ritorno a tempo pieno in società.

Massimiliano Allegri, ha così parlato ai microfoni di Milan Channel, pochi minuti dopo il suo presidente: "La sua visita è stata importante per tutti noi. Era da diverso tempo che non veniva a Milanello e ci ha stimolato molto, sa parlare bene. Con Berlusconi mi ero sentito già domenica dopo la Fiorentina, va migliorato l'atteggiamento mentale della squadra. Il mercato di gennaio? Qui siamo tutti sotto osservazione e dobbiamo tenerci stretta questa opportunità di essere al Milan. Dobbiamo venire fuori da questa situazione".

Il tecnico rossonero si è poi spostato a parlare in conferenza stampa dopo essersi intrattenuto a pranzo proprio con Silvio Berlusconi: "L'ho visto in gran forma ed è lui che devo ringraziare se ho avuto a disposizione una squadra che potesse vincere in Italia. Fa piacere rivederlo vicini a noi e sono contento che i ragazzi che sono qui da poco abbiano avuto la possibilità di conoscerlo".

Il Milan è chiamato ad affrontare un match durissimo: "Quella di Napoli sarà una gara molto bella, servirà un'ottima prestazione da parte del Milan. Voglio una squadra che faccia molta attenzione su tutto, anche sulle rimesse laterali visto che spesso le abbiamo pagate. Bisognerà giocare una gara tecnicamente pulita e tutti devono essere al massimo anche nei momenti morti del match. Durante l'intervallo della sfida con la Fiorentina, ho detto ai ragazzi che nemmeno volendo avremmo preso due goal su rimesse laterali. Se i giocatori possono giocare contro l'allenatore? Non credo, loro giocano per se stessi".

Allegri non ha svelato con quale modulo scenderà in campo il Milan: "Ne abbiamo provati diversi, prenderò una decisione domattina. Chi scenderà in campo giocherà nella miglior posizione per lui. Il problema non è comunque il modulo ma il fatto che subiamo veramente troppi goal. Dobbiamo difendere meglio".

Il Milan ha trovato in El Shaarawy un grande trascinatore: "Se si riposerà mai? Il Milan ha bisogno dei suoi goal. Ho visto che ha segnato anche in Nazionale, è un ragazzo che si gestisce molto bene. Ha avuto una crescita velocissima, nessuno se lo aspettava, sono contento per lui, ha tutto per diventare un grande giocatore. Robinho? Dicevano che era il mio figlioccio, la verità è che deve tornare ad essere quello di un anno fa".

Sullo stesso argomento