thumbnail Ciao,

Il figlio dell'ex ct azzurro ha spiegato: "Il Milan ha confermato che c'è la volontà per intraprendere dei rapporti commerciali. Partnership di mercato? In futuro non è escluso".

Dopo la mancata smentita da parte del Milan, è arrivata la conferma per bocca di uno dei protagonisti della trattativa. Davide Lippi, agente Fifa e figlio dell'ex ct azzurro Marcello, ha confermato, ai microfoni di 'Sky Sport24', la volontà della società di via Turati di intraprendere una partnership commerciale con il patron cinese del Guangzhou Evergrande, Liu Yongzhuo.

"Il Milan ha confermato che c'è una volontà per intraprendere dei rapporti commerciali con la Cina e il Guangzhou. - ha spiegato Davide Lippi - C'è la volontà di conoscerci, il presidente verrà in Italia. Sicuramente ci sarà un incontro con Galliani, non so se ci sarà anche Berlusconi".

Lippi è invece più prudente quando si parla di una collaborazione anche a livello di calciomercato. "Intanto ci conosciamo - ha dato - poi non è escluso che possa nascere dell'altro. Robinho in Cina? Il presidente non verrà in Italia per trattare il calciatore brasiliano, e a breve termine non penso che si possano fare operazione di mercato. Poi non escludo che possa succedere qualcosa".

Il discorso si è poi spostato sul livello del calcio cinese, con il padre Marcello fresco vincitore del campionato, proprio alla guida del Guangzhou. "In Cina ci sono dei buoni giocatori - ha affermato Davide Lippi - non escludo che in futuro possa portare dei giocatori cinesi in Italia. Qualcuno ha già dimostrato di voler aprire questa finestra di mercato. Ripeto, ci sono diversi calciatori validi. Il calcio cinese ha voglia di fare il salto di qualità, soldi e potenzialità".

Sullo stesso argomento