thumbnail Ciao,

Il club viola vuole tenersi stretto il proprio allenatore, a dispetto della corte delle big, e continua le sue ricerche sul mercato per assicurarsi un bomber: in lizza Cardozo.

Tutti pazzi per Vincenzo Montella. E' lui l'allenatore del momento, quello per il quale i dirigenti di mezza serie A farebbero follie. Ma la Fiorentina, ben consapevole del suo valore, si tiene stretto l'Aeroplanino, assieme al quale vuole volare verso traguardi impensati fino a pochi mesi fa. Lo stesso Montella, almeno per ora, non pensa ad altro che a costruire un progetto vincente con la sua attuale squadra.

Sembra giusto una confidenza, dunque, quella confessata ieri ai microfoni di 'Sky': "Dai 13 ai 15 anni tifavo Milan, perchè il mio idolo era Van Basten". Poi è arrivato il richiamo delle origini: "Con la maggiore età iniziai a tifare per il Napoli". Da professionista, invece, si sostiene soltanto la squadra in cui si gioca (o che si allena).

"Ho un bellissimo ricordo di Catania, esperienza breve, ma formativa. Il derby di Genova? Lo guarderò, ho giocato con entrambe le maglie. Peccato, è un periodo delicato sia per il Genoa che per la Samp".

Oggi, intanto, i viola saranno impegnati in amichevole al 'Franchi' contro il Montreal Impact (inizio alle ore 19). In attacco giocheranno Toni e Ljajic, ancora fuori Jovetic, che comunque sta migliorando: sabato il responso definitivo sul suo eventuale recupero.

In chiave mercato continuano le ricerche di una forte punta. In Italia piace sempre Bergessio, all'estero si seguono Huntelaar (che interessa pure alla Juve) e Cardozo, nella speranza di sfruttare, nel caso di quest'ultimo, gli ottimi rapporti con il ds del Benfica Rui Costa, ex idolo di Firenze.

Sullo stesso argomento