thumbnail Ciao,

Il dirigente gialloblù ha fatto il punto della situazione sul momento della squadra, confermando il futuro di Donadoni in panchina e lanciando una frecciata al giovane marocchino.

Il Parma cerca la riscossa nel prossimo turno di campionato, dopo due turni poco positivi per la compagine di Roberto Donadoni. Il dirigente gialloblù Pietro Leonardi ha fatto il punto della situazione, confidando nel delicato match contro l'Udinese.

Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', Leonardi ha anche ricordato i tempi in cui lavorava proprio nella società bianconera: "La prossima sfida sarà contro l'Udinese e dovremo fare bene per riprenderci dagli ultimi due turni infelici. Io sono molto contento ogni volta che torno in Friuli perchè sono stati anni fantastici e lo devo alla famiglia Pozzo e all'affetto della gente".

Poi parole d'elogio per l'ex Sebastian Giovinco, ora in forza alla Juventus: "Sebastian paga il fatto di essere italiano, se solo fosse straniero sarebbe osannato, ma così gli si chiede sempre più di quel che da. Ma a Pescara ha giocato benissimo e secondo me è il miglior talento italiano".

Per quanto riguarda la panchina del Parma, Leonardi non ha dubbi: "Noi siamo felici di poter avere un allenatore di livello come Donadoni. Ha appena firmato il rinnovo e il contratto è stato depositato, per cui rimarrà con noi". Infine una battuta rivolta al giovane marocchino del Napoli Omar El Kaddouri, che in estate è stato vicino al passaggio in maglia gialloblù: "El Kaddouri ha fatto la sua scelta e se non gioca è un problema suo".

Sullo stesso argomento