thumbnail Ciao,

40% di base uguale per tutti; 30% in base del bacino d'utenza (a sua volta diviso in 25% sulla base dei sostenitori e 5% sulla base della popolazione residente nel Comune.

Verrà ratificato la settimana prossima, ma i dettagli, e le varie cifre, cominciano a venir fuori. La ripartizione dei diritti Tv per il triennio 2012-2015 è stata approvata ieri da Maurizio Beretta e il resto della Lega A. Una caterva di milioni.

'Il Sole 24 ore' evidenzia come nel 2012-2013 l'importo totale da ripartire sarà di 966mln di euro. Cifra che viene suddivisa con 40% di base uguale per tutti; 30% in base del bacino d'utenza (a sua volta diviso in 25% sulla base dei sostenitori e 5% sulla base della popolazione residente nel Comune in cui gioca la squadra).

30% sulla base dei risultati ottenuti dalla squadra (5% sulla base dei risultati della stagione, 15% sulla base dei risultati del quinquennio precedente, 10% sulla base dei risultati storici dal 1946/47).

In questi termini la Juventus avrà a disposizione 100 milioni di euro, circa dieci in meno per le milanesi con Napoli e Roma a 65 di euro. Circa 50 per la Lazio, poi la Fiorentina a 45, Udinese e Palermo a 40.

Sampdoria a 37, mentre Genoa, Bologna, Cagliari, Atalanta e Catania ne avrebbero a disposizione 35. Le ultime sarebbero, in ordine decrescente, 34 Torino, 32 Parma, Chievo 29. Chiudono la graduatoria il Siena con 27 ed il Pescara con 24 milioni di euro.

Sullo stesso argomento