thumbnail Ciao,

Il ghanese, ex Udinese, ha parlato delle prossime sfide che attendono i bianconeri: "Chelsea e Lazio? Due gare molto importanti, ma non decisive".

Già a Udine era considerato un campione. A Torino, però, in maglia Juventus, Kwadwo Asamoah si è trasformato in campione. Reti e assist per lui in questi primi mesi bianconeri, il ghanese è diventato idolo dei tifosi in pochissimo tempo.

A margine di una serata organizzata allo Juventus Club Doc Canavese, il giocatore africano ha parlato della sua collocazione in mezzo al campo: "Io esterno? Il mister mi ha visto bene in quel ruolo dalla gara di Supercoppa e da allora siamo andati sempre avanti così. Io però sono a disposizione per giocare in qualsiasi ruolo".

Attraverso il sito ufficiale di Madama l'ex Udinese torna sul 6-1 di Pescara: "Un bel risultato, ma non ha cambiato nulla per quanto riguarda il clima dello spogliatoio. Siamo partiti bene e in questo inizio di stagione abbiamo fatto tanti punti, ma ci sono ancora tante partite e dobbiamo tenere duro, lottando sino alla fine".

Lazio e Chelsea come prossime avversarie: "Sono due gare molto importanti, ma non decisive. Vogliamo comunque vincerle entrambe perché ci teniamo a fare bene sia in campionato che in Champions. Se puntiamo a entrambe le competizioni? Non è certo facile, ma sono entrambe importanti e daremo il massimo".

Sullo stesso argomento