thumbnail Ciao,

Il tecnico abruzzese cerca di guardare avanti dopo il 6-1 di sabato: "Ripartiamo da quanto buono si è visto e pensiamo al Siena, siamo alla pari con loro".

Una sconfitta è difficile da digerire. Una brutta sconfitta è veramente difficile da superare. Il Pescara di Giovanni Stroppa deve riuscire a dimenticare il 6-1 casalingo subito contro la Juventus capolista sabato scorso.

Abruzzesi tornati al lavoro dopo la scoppola dell'ultimo turno: "E' ovvio che potrei stare meglio: prendere 6 goal, anche se contro la Juve, è comunque pesante" riferisce il tecnico in conferenza stampa. "Troppa libertà all'inizio a loro, poca cattiveria da parte nostra: la Juventus ti punisce alla minima disattenzione".

Sei goal subiti, eppure qualcosa c'è, da salvare: "Per quanto sia difficile fare commenti positivi, devo dire che qualcosa di buono si è visto, come le cinque palle gol nitide create contro una delle migliori difese" continua l'ex centrocampista del Milan.

La prossima sfida sarà da vincere a tutti i costi: "Questa sconfitta ci dovrà servire da lezione per aumentare concentrazione e modo di stare in campo. Ripartiamo da quanto di buono si è visto e pensiamo al Siena, una squadra che ha le sue armi migliori nell'agonismo. Su questo piano dovremo giocare alla pari".

Sullo stesso argomento