thumbnail Ciao,

Incide come pochi sulle decisioni di mercato ed ha carta bianca a livello organizzativo e decisionale, le sue competenze vanno già oltre a quelle dei suoi colleghi in Italia.

Che Antonio Conte non sia un allenatore come tutti gli altri è cosa ormai nota. Gli sono bastati pochi giorni per restituire alla Juventus quella fame e quella voglia di vincere che, negli anni precedenti al suo arrivo, erano evidentemente mancati.

E' lui il vero leader della compagine bianconera, il portatore dei principi juventini che la sua squadra ha assimilato alla perfezione diventando un armata quasi imbattibile in Italia. Conte è tecnico a tutto tondo, il suo progetto è però più ampio e prevede qualcosa che va al di là della panchina.

Secondo quanto riportato da Tuttosport infatti, il suo modello è Alex Ferguson, la leggenda del Manchester United che, prima ancora di essere allenatore della sua squadra ne è manager. Per questo motivo, Conte, avvantaggiato dai risultati ma anche dal grandissimo feeling con i tifosi e tutto l'ambiente bianconero, è riuscito a guadagnarsi un ruolo di assoluta centralità alla Juventus.

Incide come pochi sulle decisioni di mercato ed ha carta bianca a livello organizzativo e decisionale, le sue competenze vanno già oltre a quelle dei suoi colleghi in Italia. Un ruolo alla Ferguson il suo, per eguagliare il tecnico scozzese non gli resta che riuscire a guadagnarsi una lunghissima militanza sulla panchina bianconera, una cosa abbastanza inusuale per il nostro calcio: "Mi auguro di restare alla Juventus per molti anni ancora, è qui che volevo arrivare quando ho iniziato ad allenare. Voglio far proseguire questo rapporto il più a lungo possibile".

Sullo stesso argomento