thumbnail Ciao,

Il presidente del Parma ha espresso tutta la sua felicità nell'ospitare il ritiro della nazionale di Prandelli, in vista dell'amichevole con la Francia in programma mercoledì.

Il presidente del Parma Tommaso Ghirardi ha ricevuto a Montecatini Terme il 'Premio Maestrelli' come miglior presidente della Serie A 2011-12. Approfittando dell'evento, si è poi intrattenuto con l'allenatore dell'Italia Cesare Prandelli, che stava tenendo la seduta di allenamento sui campi del settore giovanile gialloblù.

Lo stesso presidente ha espresso tutta la sua felicità ai microfoni di 'Sky Sport': "Siamo molto contenti di avere qui gli azzurri. Per noi è sempre motivo d’orgoglio e speriamo non rimanga un’occasione isolata ma sia solo la prima di tante altre. E’ per noi un motivo d’orgoglio aver dato dei giovani alla Nazionale in passato, speriamo ce ne siano altri in futuro. Sappiamo che lo staff della Nazionale è attento".

Il patron gialloblù ha poi elogiato il suo ex calciatore Sebastian Giovinco, ora in forza alla Juventus: "Giovinco è fortissimo, l’ho visto proprio oggi in occasione degli allenamenti della Nazionale a Parma, e gli ho fatto i complimenti perchè sta facendo molto bene. Purtroppo qualcuno si confonde e pensa sia Maradona, ma non è ancora arrivato a questi livelli. Quest’anno Antonio Conte lo sta utilizzando tantissimo, può crescere molto, deve crescere molto, ma io credo che più di quello che sta facendo non si possa chiedere".

Infine un elogio al tecnico bianconero Antonio Conte, che ha detto di voler diventare il Ferguson della Juventus: "Questa soluzione non credo sia attuabile perchè nessuno lo ha mai fatto. Ci sono delle abitudini diverse: noi abbiamo una cultura diversa rispetto agli anglosassoni. Io auguro a Conte di poter avere questo onore, questa opportunità di un grande club, di poter fare quello che Ferguson ha fatto a Manchester, però credo che Conte debba essere contento di quello che sta facendo da allenatore, perchè non è semplice per un allenatore così giovane avere già questi risultati e soprattutto nella terra, nella società che lui ama, perciò va applaudito".

Sullo stesso argomento