thumbnail Ciao,

Intervista-fiume di Massimo Donati su 'TRM' in cui parla di tutta la sua carriera. Racconta i suoi trascorsi a Milano, in Inghilterra e anche della sua nuova avventura a Palermo.

Nel corso della trasmissione ‘Rosa&Nero’ sull'emittente televisiva regionale siciliana ‘TeleRadio del Mediterraneo’, il centrocampista del Palermo Massimo Donati ha parlato a 360 gradi del suo passato, del presente e del futuro.

Al Milan arrivai troppo giovane - ha detto il centrocampista ricordando i suoi trascorsi in rossonero - Non ero ancora pronto di testa, ma non ho mai avuto un seconda chance. L’esperienza al Celtic invece è stata una delle più belle della mia vita: stadio meraviglioso e pubblico civilissimo”.

Il mio obiettivo è quello di raggiungere la Nazionale, anche se so che potrei non arrivarci mai – sono state le sue parole circa le sue ambizioni a medio-lungo termine – Vice-De Rossi? Io ci andrei pure per fare il vice-Buffon”. Donati ha poi parlato dell’attuale situazione al Palermo. “Questo nuovo ruolo di difensore mi piace tantissimo, mi trovo a mio agio a impostare dalla difesa, lo trovo ancora più semplice che farlo dal centrocampo, dove invede devi sempre controllare se hai avversari alle spalle”.

Con Gasperini mi trovo bene, mi piace il suo modo di intendere il calcio - ha detto ancora il calciatore rosanero - E' uno a cui piace giocare palla a terra e rischiare. Chi non risica non rosica. “Paulo Dybala? Ha fame e molta voglia di mettersi in gioco, se continua così diventerà un giocatore fondamentale, ma ora deve dimenticarsi della doppietta di domenica e rimboccarsi le maniche”.

Infine, Donati ha parlato del prossimo incontro col Bologna: “Loro hanno assolutamente bisogno dei tre punti, ma perché noi no? Anche la Sampdoria dove vincere a tutti i costi ma siamo riusciti a portare a casa l’incontro, domenica prossima al Dall’Ara sarà fondamentale centrare un’altra vittoria per allontanarci dalla zona retrocessione”.

Sullo stesso argomento