thumbnail Ciao,

Le società facenti parte della Lega di Serie A hanno trovato oggi l'accordo sulla distribuzione dei diritti tv per il triennio 2012-2015.

Si è discusso di diritti tv nella riunione della Lega di Serie A questo pomeriggio. Alla fine dei lavori, è stato trovato l'accordo fra le 20 società del massimo campionato per la ripartizione dei diritti tv per il triennio 2012-2015.

In sostanza, la ripartizione avverrà secondo criteri che ricalcano quelli stabiliti dalla Legge Melandri attualmente in vigore, ma con un aumento della quota per le squadre che retrocederanno in Serie B.

"Alla fine si è trovato un accordo che sarà approvato settimana prossima - ha spiegato il presidente della Lega di A, Maurizio Beretta, come si legge sul sito web della Lega - per la distribuzione dei diritti televisivi e non per il triennio 2012-2015. Per quest'anno si seguiranno i criteri del 2011-2012, con la novità di un paracadute di 30 milioni di euro previsto per le tre retrocesse, nel biennio successivo i ricavi incrementali previsti saranno assegnati alle prime dieci della classifica".

Sullo stesso argomento